Rinnovo del Reddito di Cittadinanza: le indicazioni dell’INPS

Con il Messaggio n. 3627 dell’8 ottobre 2020, dopo aver ricordato che la normativa prevede che il Rdc possa essere rinnovato previa sospensione dell’erogazione del beneficio per un periodo di un mese prima di ciascun rinnovo, l’INPS fornisce le istruzioni operative della procedura.

In particolare, i nuclei familiari che hanno beneficiato della prestazione senza soluzione di continuità fin dalla prima erogazione (aprile 2019), che hanno ricevuto la diciottesima mensilità e, pertanto, si trovano la domanda “terminata”, potranno (a partire dal mese di ottobre 2020) presentare la domanda di rinnovo di Rdc. Dal mese seguente la presentazione della domanda riceveranno il beneficio per ulteriori 18 mesi sulla stessa Carta di pagamento, a condizione che i requisiti risultino rispettati.

Da sottolineare che, ai sensi dell’art. 4, comma 8, lett. b), punto 5), del D.L. n. 4/2019, in caso di rinnovo del Reddito di Cittadinanza (ai sensi dell’art. 3, comma 6), dovrà essere accettata la prima offerta utile di lavoro congrua (art. 4, comma 9 del D.L. n. 4/2019), pena la decadenza dal beneficio.

Il Messaggio dell’Inps, inoltre, fornisce indicazioni sul calcolo della completa fruizione di 18 mensilità del RDC, nel caso in cui il suddetto periodo massimo venga raggiunto tramite la fruizione di due o più domande.

In particolare, l’Istituto precisa che nel caso in cui nel nucleo familiare avvenga una variazione della sua composizione durante il periodo di fruizione, il limite dei 18 mesi, si applica al nucleo modificato o a ogni nucleo formatosi in seguito alla variazione. In tali casi si dovrà presentare una nuova domanda, in quanto la prestazione decade d’ufficio dal mese successivo alla presentazione dell’ISEE aggiornato. Invece, nel caso di variazione dovuta a decesso o nuova nascita, non dovrà essere presentata una nuova domanda.

L’Inps, inoltre, precisa che se la domanda di RDC viene presentata da una una famiglia, i cui componenti hanno percepito un numero diverso di mensilità di RDC, per il calcolo dei 18 mesi verrà considerato il periodo di fruizione percepito dal componente o dai componenti il nucleo, anche minorenni, che ne hanno beneficiato in misura maggiore.

Nel caso si verifichi una interruzione della fruizione, il RDC può essere richiesto nuovamente per una durata complessiva non superiore al periodo residuo non goduto, tranne nel caso in cui l’interruzione non sia dovuta all’applicazione di sanzioni.

Se invece, l’interruzione è dovuta ad un incremento del reddito familiare per una nuova attività lavorativa e la nuova domanda viene presentata dopo almeno 12 mesi dall’interruzione, il RDC potrà essere percepito, sussistendone i requisiti, fino a 18 mensilità.

In caso di revoca o decadenza dal beneficio, è possibile presentare una nuova istanza trascorsi 18 mesi dalla data del provvedimento di revoca o di decadenza; termine che si riduce a 6 mesi per le famiglie in cui sono presenti minorenni o disabili. La nuova istanza dà diritto a una durata della prestazione fino a 18 mesi.

Infine l’Inps precisa che nel caso di interruzione del RDC prima del completamento dei 18 mesi (ad es. rinuncia del beneficio), verrà tenuta traccia dei periodi già fruiti per un periodo massimo di 5 anni, dopodiché si può fare domanda per il riconoscimento del RDC per 18 mensilità, poiché considerata prima richiesta.

La procedura di presentazione delle domande di rinnovo è la stessa utilizzata per le prime domande.

Per la presentazione delle prime e delle nuove domande di Reddito di Cittadinanza, se non sapete a chi rivolgervi, potete inviarci una richiesta all’indirizzo email lago72@gmail.com: vi spiegheremo i documenti che servono e provvederemo noi stessi, gratuitamente, a compilare ed inoltrare la domanda.

Assistenza Fiscale, Tributaria, Previdenziale e Amministrativa | Servizi CAF e Patronato | Seguici anche su Facebook: https://bit.ly/2pUjhrX

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store