Presentazione del modello 730/2021 da parte dell’erede

Le istruzioni al modello dichiarativo prevedono che il 730/2021 può essere utilizzato dagli eredi per presentare la dichiarazione relativa alla persona deceduta nel 2020 o entro il 30 settembre 2021.

Per le persone decedute successivamente al 30 settembre 2021 è necessario presentare la dichiarazione dei redditi per l’anno d’imposta 2020, utilizzando esclusivamente il modello Redditi PF.

Il modello 730/2021 deve essere presentato dall’erede ad un CAF-dipendenti, a un professionista abilitato oppure mediante trasmissione telematica diretta all’Agenzia delle Entrate. Non è possibile la presentazione al sostituto d’imposta della persona fisica deceduta o al sostituto d’imposta dell’erede.

Nessuna peculiarità con riferimento ai termini di presentazione del modello 730 che andrà presentato al CAF o al professionista secondo i termini ordinari.

Quanto ai versamenti, invece, gli eredi dovranno ottemperarvi: — secondo le modalità ed entro i termini ordinari per i soggetti deceduti entro il 28 febbraio 2021; — beneficiando della proroga di sei mesi per soggetti deceduti dal 1° marzo 2021.

Per quanto riguarda le modalità di compilazione, le istruzioni precisano che i soggetti tenuti a presentare la dichiarazione per conto del contribuente deceduto possono utilizzare il modello 730 purché il contribuente per il quale si presenta la dichiarazione abbia le condizioni per usare questo modello.

L’erede dovrà compilare due modelli 730 riportando in entrambi il codice fiscale del contribuente deceduto e quello proprio.

Nel primo modello 730/2021 si dovrà: — barrare la casella “Dichiarante”; — barrare la casella “Deceduto”.

In tal caso occorre compilare con la lettera “A anche la casella “730 senza sostituto presente nel frontespizio del modello 730 e barrata la casella “Mod. 730 dipendenti senza sostituto presente nella sezione “Dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio”;

  • riportare i dati anagrafici e i redditi del contribuente cui la dichiarazione si riferisce

Nel secondo modello 730 è necessario: — barrare nel rigo “Contribuente, la casella “Rappresentante o tutore o erede; — compilare soltanto i riquadri “Dati anagrafici” e “Residenza anagrafica, incluso il rigo “Telefono e posta elettronica, riportando i dati dell’erede.

Si ricorda che in questi casi non è possibile presentare una dichiarazione congiunta e che i redditi di chi presenta la dichiarazione non devono mai essere cumulati con quelli del soggetto per conto del quale viene presentata.

In entrambi i modelli deve essere apposta la sottoscrizione della persona che presenta la dichiarazione.

Se la persona deceduta aveva presentato il Modello 730/2020 dal quale risultava un credito successivamente non rimborsato dal sostituto d’imposta, l’erede può far valere tale credito nella dichiarazione presentata per conto del deceduto indicandolo nel rigo F3, sezione III-A del quadro F.

Assistenza Fiscale, Tributaria, Previdenziale e Amministrativa | Servizi CAF e Patronato | Seguici anche su Facebook: https://bit.ly/2pUjhrX

Assistenza Fiscale, Tributaria, Previdenziale e Amministrativa | Servizi CAF e Patronato | Seguici anche su Facebook: https://bit.ly/2pUjhrX