News: Messaggio Inps n. 4211 del 18 novembre 2019 — Decorrenza e sospensione del termine per la presentazione della domanda di indennità Naspi in caso di “evento di malattia insorto prima o dopo la cessazione del rapporto di lavoro subordinato”

Con messaggio n. 4211 del 18 novembre 2019 l’ Inps si è espresso sulla decorrenza e sospensione del termine per la presentazione della domanda di indennità Naspi in caso di “evento di malattia insorto prima o dopo la cessazione del rapporto di lavoro subordinato”.

Al fine di dare una risposta ad alcuni dubbi relativi al caso in cui il lavoratore dipendente, dopo la cessazione del rapporto di lavoro (o prima della scadenza del contratto), si ammala e la sospensione del termine dei 68 giorni.

A tal riguardo lInps ha stabilito che per la decorrenza e la sospensione del termine di 68 giorni per la presentazione della domanda di indennità NASpI nel caso di malattia, insorta prima o dopo la cessazione del rapporto di lavoro subordinato, bisogna tenere conto della diversa disciplina della malattia e della sua indennizzabilità a seconda del contratto sottostante al rapporto di lavoro.

A conferma e ad integrazione di quanto già precisato al paragrafo 2.6.a.2 della circolare n. 94 del 2015, nel caso di evento di malattia comune indennizzabile da parte dell’INPS o infortunio sul lavoro/malattia professionale indennizzabile da parte dell’INAIL insorto dopo la data di cessazione del rapporto di lavoro, il termine di presentazione della domanda rimane sospeso per un periodo pari alla durata dell’evento di malattia indennizzato o di infortunio sul lavoro/malattia professionale e riprende a decorrere, al termine del predetto evento, per la parte residua.

Analogamente, se detti eventi insorgono durante o dopo la cessazione del rapporto di lavoro, il termine per la presentazione della domanda di NASpI decorre dalla fine dell’evento di malattia/infortunio.

Invece, nel caso in cui non sia normativamente prevista, per la specifica categoria di lavoratore subordinato, la tutela della malattia oltre la data di cessazione del rapporto di lavoro (ad esempio, lavoratori a tempo determinato del settore commercio), il termine di presentazione della domanda di NASpI non può essere sospeso e pertanto decorre secondo le regole ordinarie.

Tanto premesso, si chiarisce che, nell’ipotesi in cui l’evento di malattia non è indennizzato/indennizzabile, il termine di sessantotto giorni, previsto a pena di decadenza per la presentazione della domanda di indennità di disoccupazione, non è sospeso, ma decorre secondo le regole ordinarie.

Assistenza Fiscale, Tributaria, Previdenziale e Amministrativa | Servizi CAF e Patronato | Seguici anche su Facebook: https://bit.ly/2pUjhrX

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store