Le 4 categorie di disabili per i quali è ammessa la detrazione agevolata sulle spese per acquisto di mezzi per portatori di handicap

Sostanzialmente è possibile individuare 4 categorie di disabili per i quali è ammessa la detrazione agevolata sull’acquisto di veicoli.

  • 1. — I non vedenti e sordomuti (art. n. 50 della legge 342/2000) titolari dell’indennità di accompagnamento; — I non vedenti sono coloro che sono colpiti da cecità assoluta o che hanno un residuo visivo non superiore ad un decimo ad entrambi gli occhi con eventuale correzione. Gli artt. 2, 3 e 4 della legge 3 Aprile 2001 n. 138, individuano esattamente le varie categorie di non vedenti, fornendo la definizione di ciechi totali, di ciechi parziali e di ipovedenti gravi. — I sordi, invece, devono far riferimento alla L. n. 381 del 26 maggio 1970 (circolare dell’Agenzia delle entrate n. 3/E del 2 marzo 2016), che all’art. 1, comma 2, recita testualmente “…si considera sordo il minorato sensoriale dell’udito affetto da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva…”
  • 2. — I disabili con handicap psichico o mentale (art. 30, comma 7, legge n. 388/2000) titolari dell’indennità di accompagnamento (la circolare n. 21/E/2010 precisa che è sufficiente il riconoscimento dei requisiti sanitari per la concessione dell’indennità di accompagnamento, e non già l’erogazione della stessa) e certificazione di Handicap con connotazione di gravità (art. 3, comma 3, Legge 104/1992) o certificato d’invalidità purché lo stesso evidenzi in modo esplicito la gravità della patologia e la natura psichica o mentale della stessa (circolare 21/E/2010);
  • 3. — I disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni (art. 30, comma 7, legge 388/2000) — con certificazione di Handicap con connotazione di gravità (art. 3, comma 3, Legge 104/1992) Oppure certificazione d’invalidità attestante specificatamentel’impossibilità a deambulare in modo autonomo o senza l’aiuto di un accompagnatore”. — I disabili a cui si fa riferimento qui sono quelli che versano in una situazione di handicap grave (prevista dal comma 3 dell’articolo 3 della legge n. 104 del 1992, certificato con verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’Asl) derivante da patologie (ivi comprese le pluriamputazioni) che causano una grave limitazione permanente della deambulazione;
  • 4. — I disabili con ridotte o impedite capacità motorie (art. 8 legge n. 449/1997). — I disabili a cui si fa riferimento qui sono quelli che versano in una situazione di handicap grave (prevista dal comma 3 dell’articolo 3 della legge n. 104 del 1992, certificato con verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’Asl) che presentano ridotte o impedite capacità motorie ma che non risultano contemporaneamente “affetti da grave limitazione della capacità di deambulazione”. Per quest’ultima categoria di disabili, a differenza delle altre, il diritto alle agevolazioni è condizionato all’adattamento del veicolo.

Assistenza Fiscale, Tributaria, Previdenziale e Amministrativa | Servizi CAF e Patronato | Seguici anche su Facebook: https://bit.ly/2pUjhrX

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store