Decreto Cura Italia: Proroghe scadenze riferite ai documenti di uso più comune— Carta d’identità, Patente, Revisione auto, RCA…

Il Decreto Legge ‘Cura Italia’ approvato dal Consiglio dei Ministri e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 marzo 2020, introduce disposizioni urgenti per fronteggiare le conseguenze dell’emergenza Covid-19.

Il provvedimento prevede misure a sostegno di lavoratori, famiglie, aziende e per il potenziamento del sistema sanitario.

Il decreto interviene con provvedimenti su quattro fronti principali e altre misure settoriali:

1. finanziamento e altre misure per il potenziamento del Sistema sanitario nazionale, della Protezione civile e degli altri soggetti pubblici impegnati sul fronte dell’emergenza;

2. sostegno all’occupazione e ai lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito;

3. supporto al credito per famiglie e micro, piccole e medie imprese, tramite il sistema bancario e l’utilizzo del fondo centrale di garanzia;

4. sospensione degli obblighi di versamento per tributi e contributi nonché di altri adempimenti fiscali ed incentivi fiscali per la sanificazione dei luoghi di lavoro e premi ai dipendenti che restano in servizio.

5.la validità ad ogni effetto dei documenti di riconoscimento e di identità rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto è prorogata al 31 agosto 2020. La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

Vediamo più precisamente quali sono le scadenze che sono state prorogate dal Decreto Cura Italia riferite ai documenti di uso più comune.

I documenti di identità e di riconoscimento resteranno validi fino al 31 Agosto 2020 anche se sono scaduti o scadono tra la data del Decreto, ossia il 17 Marzo, ed il 31 Agosto. Però, nonostante la proroga, questi documenti resteranno validi per l’espatrio solo fino alla loro scadenza originaria indicata nel documento.

Di conseguenza, anche la nostra patente di guida resterà valida fino a questa data (31 Agosto 2020), ma non il foglio rosa.

Infatti, chi si trova in possesso di un foglio rosa, o più precisamente, dell’autorizzazione ad esercitarsi alla guida che scade tra il 1 Febbraio 2020 e il 30 Aprile 2020, deve sapere che questa è prorogata fino al 30 Giugno 2020.

E sempre fino al 30 Giugno 2020 resta valido senza alcun onere per il guidatore il permesso provvisorio di guida, ma solo nel caso in cui la commissione medica legale non si è potuta riunire a causa di questa emergenza.

Passiamo adesso a due emergenze che riguardano i mezzi: la revisione e l’assicurazione.

Per quanto riguarda la revisione, il Decreto Cura Italia ha stabilito che i mezzi che dovrebbero rifare la revisione entro il 31 Luglio 2020, potranno comunque circolare liberamente fino al 31 Ottobre 2020.

Sempre fino al 31 Ottobre 2020 potranno circolare liberamente i mezzi a GPL o Metano per cui è dovuto il controllo entro il 31 Luglio 2020.

Discorso diverso per quanto riguarda le polizze assicurative RCA. Come sappiamo, al termine della scadenza, ad esempio dell’assicurazione della nostra auto, abbiamo 15 giorni di copertura, o più precisamente di tolleranza, entro cui rinnovare il contratto con la stessa compagnia o cambiare. Con il Decreto Cura, fino al 31 Luglio 2020, questo periodo passa da 15 a 30 giorni.

Assistenza Fiscale, Tributaria, Previdenziale e Amministrativa | Servizi CAF e Patronato | Seguici anche su Facebook: https://bit.ly/2pUjhrX

Assistenza Fiscale, Tributaria, Previdenziale e Amministrativa | Servizi CAF e Patronato | Seguici anche su Facebook: https://bit.ly/2pUjhrX