Buongiorno Laura,

chi percepisce l’indennità NASpI può intraprendere una nuova attività lavorativa, purché rientrante entro determinati limiti di reddito.

Dunque e’ di fondamentale importanza la soglia di reddito che il lavoratore pensa di percepire dall’instaurazione del rapporto di lavoro. Da essa, infatti, viene stabilita la riduzione della NASpI, la sospensione d’ufficio o addirittura la decadenza della stessa.

Per quanto riguarda la percezione della NASpI in concomitanza un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale si ha la riduzione della NASpI all’80% del reddito previsto, se dal rapporto di lavoro autonomo il lavoratore percepisce un reddito inferiore a 4.800,00 €.

E’ necessario informare preventivamente l’Inps entro 30 giorni dall’inizio dell’attività, dichiarando il reddito annuo che prevede di trarne.

Assistenza Fiscale, Tributaria, Previdenziale e Amministrativa | Servizi CAF e Patronato | Seguici anche su Facebook: https://bit.ly/2pUjhrX

Assistenza Fiscale, Tributaria, Previdenziale e Amministrativa | Servizi CAF e Patronato | Seguici anche su Facebook: https://bit.ly/2pUjhrX